RSS 2.0 Google+
Piemonte

Giovedì 10 Marzo 2016 “I miei sogni inespressi”

Giovedì 10 Marzo 16

I MIEI SOGNI INESPRESSI

Gruppo Aperto Gratuito di Psicodramma e Gruppoanalisi

Presso

CECCHI POINT

Via Antonio Cecchi 17 – Torino

Dalle 20.00 alle 22.00

psicodramma logo_glossy

GRUPPO APERTO di PSICODRAMMA e GRUPPOANALISI SERATA APERTA GRATUITA
Il Gruppo, condotto con modalità gruppoanalitica e tecniche psicodrammatiche, dà spazio sia al racconto attraverso la parola che tramite la “messa in scena” con il corpo.
Le sessioni aperte non sono sedute psicoterapeutiche. Esse permettono, a partire da stimoli portati dai partecipanti o dai conduttori, di sperimentare questo tipo di metodologia.
Lo “Psicodramma” è un metodo che appartiene all’ambito delle terapie di gruppo, ideato da Jacob Levi Moreno nel 1921. Esso ricorre al gioco drammatico libero, alla rappresentazione di eventi, e mira a sviluppare attivamente la Creatività e la Spontaneità dei soggetti. L’essenza di questo metodo consiste nell’esteriorizzazione rappresentativa dei vissuti personali, mediante le improvvisazioni sceniche, e la loro analisi, operata da un “direttore dello Psicodramma”. Costituisce un mezzo privilegiato di espressione e simbolizzazione dei conflitti personali, oltre che per la rappresentazione e rielaborazione di situazioni conflittuali interpersonali.
La Terapia Gruppoanalitica, come è stata definita dal suo fondatore S.H. Foulkes, “è una forma di psicoterapia praticata dal gruppo nei confronti del gruppo, ivi compreso il conduttore”. Essa parte dal presupposto che ogni essere umano non può essere considerato come individuo singolo ma come “essere in relazione”. Sono proprio queste ultime, le relazioni, inserite in una storia personale e famigliare nonché in un contesto socio-culturale, che la formano. Alcune di esse possono considerarsi una risorsa, altre invece sono disfunzionali. Possono provocare sofferenza e difficoltà nel raggiungere gli obbiettivi che ognuno si dà. Nel gruppo, le modalità relazionali vengono riproposte, messe in atto e attraverso quest’ultimo è possibile per la persona sentirsi supportata, prenderne coscienza e acquisire la libertà di scegliere se modificarle.
I gruppi psicoterapeutici, caratterizzati da un setting adeguato (con elementi quali la stabilità delle presenze e la continuità nel tempo) saranno costituiti in un momento successivo,da un minimo di sei ad un massimo di dodici partecipanti.
PER MAGGIORI INFORMAZIONI
Maria Piera Mondo mariapiera.mondo@gmail.com cell. 340.83.44.991 https://www.linkedin.com/profile/guided?startTask=NEW_ADD_SKILLS&force=true&trk=hp-identity-skills
Riccardo Barengo r.barengo@gmail.com cell. 345.455.97.50 https://www.linkedin.com/profile/view?id=AAMAAAoP7wgBX-S5vU8F2NG-lPkl6YrevUJo0tg&trk=hp-identity-name